lunedì 2 luglio 2018

Caro-petrolio spinge tariffe, da oggi luce +6,5% e gas +8,2%

Le tensioni internazionali, con il conseguente caro-petrolio, surriscaldano anche le bollette estive di luce e gas. Da oggi, infatti, secondo l'aggiornamento trimestrale dell'Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, la spesa delle famiglie italiane per l'energia elettrica subirà un incremento del 6,5%, mentre per il gas l'aumento sarà dell'8,2%.

Un balzo in controtendenza rispetto ai forti ribassi (-8% per l'elettricità e -5,7% per il gas) del secondo trimestre, che secondo le associazioni dei consumatori non è altro che una speculazione bella e buona.

L'aggiornamento trimestrale delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori in tutela, spiega l'Autorità, riflette le tensioni internazionali e la conseguente forte accelerazione delle quotazioni del petrolio (cresciute del 57% in un anno e del 9% solo a maggio), che hanno pesantemente influenzato i prezzi nei mercati all'ingrosso dell'energia, con ripercussioni sui prezzi per i clienti finali sia del mercato libero che tutelato. 

Per mitigare l'impatto dell'attuale congiuntura, però, l'Autorità è intervenuta con una modulazione degli oneri generali di sistema, in modo da ridurre l'aumento di spesa per i clienti domestici e non domestici, con uguali effetti sia sul mercato tutelato che su quello libero: senza questo intervento di 'scudo' congiunturale attivato dall'Autorità, l'aumento per l'elettricità sarebbe stato più consistente.

.

Nessun commento :

Posta un commento