sabato 17 marzo 2018

Sofidel continua a crescere negli Usa, con un nuovo stabilimento

Sofidel, gruppo cartario noto per il brand Regina, annuncia oggi una nuova tappa importante nel suo percorso di crescita internazionale, con l’attivazione di un nuovo investimento greenfield negli Stati Uniti per la costruzione di un impianto integrato – che comprende cioè sia la fase di cartiera sia quella di trasformazione, che porta al prodotto finito – a Inola, nello stato dell’Oklahoma, a circa 50 km dalla città di Tulsa. 

Lo rende noto lo stesso gruppo italiano in un comunicato. Si tratta per il Gruppo del secondo investimento greenfield negli Stati Uniti, ovvero la costruzione di un impianto completamente nuovo partendo dalla posa della prima pietra. A Inola saranno installate due macchine da cartiera per una produzione complessiva di 120.000 tonnellate l’anno, con le relative linee di converting per la realizzazione del prodotto finito (carta igienica e carta da cucina).

Sofidel, gruppo cartario nato a Lucca nel 1966 per iniziativa di Emi Stefani e Giuseppe Lazzareschi, è oggi il secondo player in Europa e il sesto al mondo per la produzione di carta tissue, con un fatturato di 1.842 milioni di euro (2016) e una capacità produttiva di oltre 1 milione di tonnellate per anno. 

Con sede in Italia (a Porcari, Lucca) e presente in 12 Stati europei, negli Stati Uniti Sofidel ha impianti produttivi a Green Bay (Wisconsin), Haines City (Florida), Henderson (Nevada), Tulsa (Oklahoma) e Hattiesburg (Mississippi), oltre all’impianto di prossima attivazione a Circleville, in Ohio, e il quartier generale americano a Philadelphia, in Pennsylvania.

.

Nessun commento :

Posta un commento