lunedì 19 marzo 2018

"Favorisce immigrazione illegale", sequestrata nave Ong

Sono stati interrogati a lungo i componenti dell'equipaggio della nave 'Proactiva Openarms' dell'Ong spagnola, sequestrata ieri dal porto di Pozzallo (Siracusa) dopo avere fatto sbarcare oltre duecento migranti soccorsi in acque internazionali. La Procura d Catania, che ha chiesto e ottenuto il sequestro della nave, ha iscritto nel registro degli indagati, con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, il responsabile dell'Ong spagnola, il Comandante e il coordinatore della nave.

Il sequestro preventivo è stato operato dallo Sco di Roma e dalla Squadra mobile di Siracusa. All'imbarcazione è stato impedito di ripartire per il porto di Malta. Secondo l'accusa, ci sarebbe la volontà dell'Ong di portare i migranti in Italia violando in questo modo gli accordi internazionali. L'equipaggio si è rifiutato di consegnare i migranti alla Guardia costiera libica. Anche se l'equipaggio, durante l'interrogatorio, ha spiegato si essere stato minacciato di morte dalla Guardia costiera libica.

"Proteggere la vita umana in mare dovrebbe essere la priorità assoluta di qualsiasi corpo civile o militare, perché lo stabilisce il diritto del mare - sottolinea, in un post su Fb, la 'Proactiva Open Arms' - Impedire il salvataggio di vite a rischio in alto mare per restituire la forza ad un paese non sicuro, come è la Libia, è un rimborso a caldo, contravvenendo allo statuto dei rifugiati dell'Onu. I suoi diritti sono anche i nostri. La nostra massima priorità è e sarà sempre la tutela e la difesa dei diritti umani in mare". In merito alle accuse, invece, l'ong spagnola replica: "E' ancora solo un'ipotesi di reato - prosegue - ma siamo accusati di Associazione Criminale e di promuovere l'immigrazione illegale per aver disobbedito ai libici, non dando loro donne e bambini".

.

Nessun commento :

Posta un commento