lunedì 26 giugno 2017

Ai Ballottaggi vince il centrodestra unito.

Genova e La Spezia strappate al centrosinistra rispettivamente dopo 25 e 45 anni, Pistoia conquistata per la prima volta nella storia della Repubblica dal centrodestra, così come Sesto San Giovanni, “la Stalingrado d’Italia”, come l’ha definita il neo sindaco Roberto Di Stefano, appoggiato da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, che vince dopo 72 anni di dominio della sinistra. 

I risultati dei ballottaggi delle elezioni amministrative, seppure con un affluenza ai minimi storici, non lasciano dubbi: il centrodestra compatto rinasce, il centrosinistra e il Pd escono sconfitti. Matteo Renzi minimizza: ammette che “poteva andare meglio” ma precisa che “le elezioni amministrative sono un’altra cosa rispetto alle elezioni politiche”. 

Certo alcune sconfitte “fanno male” come Genova e L’Aquila ma il segretario del Pd preferisce mettere l’accento sui “risultati belli e sorprendenti di alcuni dei nostri”, da Padova a Taranto a Lecce.

Dopo la delusione del primo turno, i pentastellati conquistano 8 dei 10 comuni dove correvano ai ballottaggi. Restano a bocca asciutta di capoluoghi però: l’unico in cui erano in corsa, Asti, è andato al centrodestra. A Parma si afferma Federico Pizzarotti, sindaco uscente, ex M5s, in corsa alle elezioni con una lista civica. Sconfitto il candidato del Pd Scarpa. 

Al di là dei risultati simbolo, tuttavia, la sconfitta del Pd e del centrosinistra ai ballottaggi sta anche nei numeri: nei 22 comuni dove si è votato al secondo turno delle elezioni amministrative 4 capoluoghi sono andati al centrosinistra e 15 al centrodestra. La coalizione di centrodestra Forza Italia-Lega-Fratelli d’Italia sbanca anche in Lombardia ed Emilia Romagna e il primo ad esultare nella notte con un video su Facebook è il leader del Carroccio, Matteo Salvini, che lancia l’hashtag #andiamoagovernare. Non sembrano più pesare le divisioni del centrodestra neanche a Verona dove Federico Sboarina sconfigge la candidata vicina al sindaco uscente Flavio Tosi, ex leghista, Patrizia Bisinella.

.

Nessun commento :

Posta un commento