mercoledì 24 maggio 2017

Trump dal Papa, stretta di mano in Vaticano

Con Papa Francesco “abbiamo avuto un fantastico incontro, è una grande personalità”. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in alcune brevi battute all’inizio del’incontro bilaterale con il premier Paolo Gentiloni a Villa Taverna. L’incontro a porte chiuse di Papa Francesco con Donald Trump è durato trenta minuti, durata normale per una udienza papale ad un capo di Stato. 

Tuttavia con il predecessore di Trump alla Casa bianca, nel 2014, Jorge Mario Bergoglio si era intrattenuto 50 minuti, stessa durata dell’udienza concessa nel 2015 al presidente russo Vladimir Putin. Con l’anziano Fidel Castro, che il Papa è andato a trovare a casa sua quando era in visita a Cuba, Jorge Mario Bergoglio si è fermato 30-40 minuti, mentre 30 minuti era durata l’udienza non preannunciata che Francesco ha concesso al presidente Nicolas Maduro, già nel pieno della incertezza politica venezuelana, che l’anno scorso ha fatto scalo a Roma durante un suo viaggio internazionale solo per incontrare il Pontefice. 

Il Papa ha regalato a Trump tre documenti magisteriali che regala a ogni capo di Stato (Amoris laetitia, Evangeli Gaudium, Laudato si) e in più il suo messaggio della pace, dedicato quest’anno alla non violenza e un tradizionale medaglione del pontificato che raffigura un ulivo, simbolo di pace. “Non dimenticherò quello che lei mi ha detto”: così Donald si è accomiatato dal Papa, tra strette di mano e l’accenno di un sorriso con le sopracciglia alzate. I due uomini si sono lasciati con “good luck”, “buena suerte”, buona fortuna.

.

Nessun commento :

Posta un commento