martedì 2 maggio 2017

Profanata la tomba di Romy Schneider la principessa Sissi

La tomba dell’attrice Romy Schneider è stata profanata alla periferia sud di Parigi nel piccolo cimitero di Boissy sans Avoir, pochi chilometri lontano dalla capitale francese dove riposa. La lapide è stata sollevata e spostata, ma non si pensa che la tomba sia stata saccheggiata. Secondo la polizia l’atto vandalico è avvenuto durante il fine settiman. 

Le spoglie dell’attrice non sono state rimosse nè la bara è stata aperta. Le ragioni del gesto sono ancora ignote. Romy Schneider, nata a Vienna e naturalizzata francese ha svolto gran parte della sua carriera in Francia e morì a Parigi nel 1982 all’età di 43 anni. Tra le sue interpretazioni quelle ne ‘Il processo’ di Orson Welles, ‘Il cardinale’ di Otto Preminger, ‘L’importante è amare’ di Andrzej Zulawski e ‘La piscina’ di Jacques Deray, dove fu al fianco di Alain Delon, con il quale ebbe una relazione sentimentale. 

Ma è planetariamente nota per il ruolo della principessa Sissi, la futura imperatrice d’Austria. Romy Schneider si sposò due volte: prima con il regista tedesco Harry Meyen, insieme al quale ebbe un figlio, David, morto in un incidente a luglio del 1981 quando aveva 14 anni; poi nel 1974 divorziò da Meyen e si sposò con Daniel Biasini, insieme al quale ebbe una figlia, Sarah.

.

Nessun commento :

Posta un commento