giovedì 16 marzo 2017

Google si cala in vulcano attivo delle Vanuatu

Google si cala nelle viscere della Terra con una missione adrenalinica quanto un film d'azione: il Trekker di Street View, lo zaino-robot equipaggiato con fotocamere per "mappare" a 360 gradi gli angoli più remoti del mondo, si è calato per la prima volta in un vulcano attivo. È sceso dentro Marum, il più grande cratere lavico al mondo, spiega Google, che si trova su una delle isole dell'arcipelago di Vanuatu nel Pacifico meridionale.

L'iniziativa, resa possibile grazie alla collaborazione col team di Ultimate Expeditions Vulcano, consentirà a milioni di persone di esplorare alla profondità di 400 metri questo cratere attivo, stando comodamente seduti in poltrona. Un'esperienza mozzafiato che solo pochi possono vivere di persona. A indossare il Trekker - 25 chili di peso per 15 macchine fotografiche panoramiche che scattano incessantemente - sono stati due esploratori provetti, Geoff Mackley e Chris Horsly. Il cratere ospita un "lago" di lava grande quasi quanto due campi da football.

Il team di Street View ha raccolto anche imagini di un villaggio locale della stessa isola, Ambrym. Sono decine i luoghi del mondo, remoti e non, che il Trekker di Google ha fotografato, alcuni anche in Italia. Street View ha scalato ad esempio le Dolomiti, ha fatto trekking sull'Etna e ha mappato pure Venezia.

.

Nessun commento :

Posta un commento