lunedì 27 marzo 2017

Buco nero 'senza fissa dimora', in fuga dalla sua galassia

Un buco nero 'senza fissa dimora' e dalla massa di un miliardo di volte superiore a quella del Sole si sta dirigendo verso la Via Lattea, dopo essere stato spinto fuori dalla sua galassia. Nessuna catastrofe stellare in vista, comunque: il buco nero si trova a oltre 8 miliardi di anni luce dalla Terra e viaggia a meno dell'1% della velocità della luce. La scoperta si deve al gruppo internazionale di astronomi guidato dall'italiano Marco Chiaberge, dello Space Telescope Science Institute (STScI) e della Johns Hopkins University di Baltimora (Maryland - Usa), e del quale fa parte Alessandro Capetti, dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). 

La scoperta ha sorpreso gli stessi ricercatori perché il buco nero è stato spazzato via dal centro della sua galassia dalla potenza delle onde gravitazionali, ovvero dalle increspature provocate nello spazio tempo da eventi particolarmente violenti, come lo stesso Big Bang.

I buchi neri vivono tranquillamente al centro delle loro galassie, ingoiando' di tanto in tanto una stella di passaggio. A volte capita che due galassie si fondano e che i buchi neri al loro centro inizino a ruotare vorticosamente l'uno attorno all'altro, emettendo energia sotto forma di onde gravitazionali e avvicinandosi sempre più tra loro, in una vorticosa danza che porta a una fusione devastante, da cui nasce un buco nero supermassivo. Come conseguenza l'energia emessa dalla fusione di questi giganti cosmici finisce per spingerli via. 

Questa è stata probabilmente la storia del buco nero che si sta avvicinando alla Via Lattea e che sta tuttora viaggiando a una velocità di 7,5 milioni di chilometri orari. E' così veloce che impiegherebbe soltanto tre minuti per coprire la distanza che c'è tra la Luna e la Terra, pari a 384mila chilometri. Ma al momento si trova a 8 miliardi di anni luce dalla Via Lattea, una distanza sufficiente per considerarci al sicuro.

.

Nessun commento :

Posta un commento