martedì 3 gennaio 2017

Arriva il gelo, 'colata artica' sull'Epifania

L'inizio del nuovo anno, avvisa sarà caratterizzato da un peggioramento delle condizioni del tempo. Tra oggi e domani sono previsti piogge, temporali e neve sopra i 1200 metri dalla Liguria di Levante, Emilia Romagna meridionale, Toscana, Umbria e Marche fin verso il Sud. Mentre il Nord potrà contare sul bel tempo, dopo la 'pausa asciutta' del 4 gennaio inizierà velocemente la colata artica che investirà l’Italia e che interesserà il Paese per alcuni giorni.

L'aria artica interesserà il nostro Paese dal 5 gennaio e per alcuni giorni. L’aria gelida porterà l’Italia in un freezer, con temperature notturne fino a -8° al Nord, fino a -20° sulle Alpi, -4° al Centro-Sud in pianura, come a Roma, e arriverà la neve. La neve cadrà fin sulle coste e in pianura su Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e addirittura Sicilia. Possibilità di bufere e temporali di neve in particolare lungo le coste adriatiche, mentre si annuncia un 'sole gelido' al Nord e sulle regioni tirreniche.

Il tempo peggiora a causa dell'azione di venti di Libeccio. Cielo spesso coperto al Centro-Nord, precipitazioni che conquistano la Toscana centro-settentrionale e la Liguria di Levante. Entro sera piovaschi sul Lazio e coste della Campania. In nottata piogge diffuse al Centro e in Emilia Romagna. Neve in Appennino sopra i 1200/1300 metri. In nottata maltempo in Romagna con neve a 1200 metri.

Nelle prossime 24 ore la bassa pressione si sposta verso il Sud. Al mattino maltempo diffuso al Centro peninsulare con precipitazioni forti sugli Appennini dove nevicherà sopra gli 800/1000 metri o a quote più basse su Toscana e Marche. Peggioramento che si porta al Sud peninsulare con piogge e neve sopra i 1200/1400 metri, ma con quote in calo in serata.

.

Nessun commento :

Posta un commento