sabato 3 dicembre 2016

Precipita ultraleggero a Lecce, due feriti gravi

Un aereo ultraleggero, per cause in corso di accertamento, è precipitato durante la fase di atterraggio in un campo, a pochi metri di distanza dall' aeroporto 'Lepore' di Lecce-San Cataldo. Due uomini sono rimasti gravemente feriti, uno dei quali è in fin di vita. Entrambi sono stati trasportati all'ospedale 'Vito Fazzi' di Lecce.

Le due persone rimaste gravemente ferite dopo che l'aereo ultraleggero a bordo del quale si trovavano è precipitato nei pressi dell'aeroporto civile Lecce-Lenore sono residenti entrambi a Brindisi e sono componenti dell'Aeroclub della stessa città. Si tratta di Massimiliano Bottallo, di 46 anni, e Oreste Adriani, di 69 anni, quest'ultimo nativo di Roma, rispettivamente consigliere e direttore dell'Aeroclub Brindisi. Sono ricoverati al Vito Fazzi di Lecce in prognosi riservata pluritraumatizzati. 

Sono molto critiche soprattutto le condizioni di Bottallo che ha riportato un grave trauma cranico e fratture multiple. É ricoverato nel reparto di rianimazione. Il velivolo, un Pro.Mecc Freccia monoelica, costruito in Salento, a Corigliano d'Otranto, é stato sequestrato dai carabinieri su disposizione della Procura di Lecce. Da quanto é dato di sapere, si tratta di un velivolo nuovo che i due stavano provando. Si sospetta che l'avaria tecnica alla base dell'atterraggio di emergenza sia stata causata dal malfunzionamento dell'elica
.

Nessun commento :

Posta un commento