giovedì 1 dicembre 2016

L'Istat rivede al rialzo il Pil (+1% sull'anno).

Sale il Pil e cala la disoccupazione. L'Istat ha rivisto al rialzo il Pil del terzo trimestre: la crescita, rispetto allo stesso periodo del 2015, è dell'1% (da +0,9% comunicato nella stima preliminare). Confermato, invece, l'aumento dello 0,3% del Pil rispetto al secondo trimestre del 2016. Il terzo trimestre del 2016 ha avuto due giornate lavorative in più del trimestre precedente e una giornata lavorativa in meno rispetto al terzo trimestre del 2015. 

Rispetto al trimestre precedente, i principali aggregati della domanda interna hanno registrato un aumento, con una crescita dello 0,2% dei consumi finali nazionali e dello 0,8% degli investimenti fissi lordi. Le importazioni sono aumentate dello 0,7% e le esportazioni dello 0,1%. La domanda nazionale al netto delle scorte ha contribuito alla crescita del Pil per 0,3 punti percentuali (0,1 i consumi delle famiglie e delle Istituzioni Sociali Private, 0,0 la spesa della Pubblica Amministrazione e 0,1 gli investimenti fissi lordi).

Secondo la stima preliminare dell'Istat, si è registrato anche un lieve calo della disoccupazione: a ottobre pari all'11,6%, in calo di 0,1 punti percentuali su base mensile. La stima dei disoccupati diminuisce (-1,2%, pari a -37 mila), dopo l'aumento del 2,2% registrato nel mese precedente. La diminuzione è attribuibile alle donne (mentre si registra una lieve crescita tra gli uomini) e si distribuisce tra le diverse classi di età ad eccezione degli ultracinquantenni. Su base annua, invece, aumentano i disoccupati (+1,3%, pari a +38 mila). 

In calo anche la disoccupazione giovanile, tornata ai minimi dal 2012, ossia da quattro anni. A ottobre il tasso di disoccupazione dei 15-24enni scende al 36,4%, in calo di 0,4 punti percentuali rispetto al mese precedente. E' la stima preliminare dell'Istat. Per trovare un dato inferiore bisogna tornare al settembre del 2012 quando il tasso di disoccupazione degli under 25 era al 36% mentre ad ottobre dello stesso anno il tasso di disoccupazione giovanile era al 36,4%.
.

Nessun commento :

Posta un commento