martedì 8 novembre 2016

Uccide il figlio disabile nel sonno e poi tenta il suicidio

Tragedia familiare a Vespolate, nel Novarese, dove un 50enne ha ucciso il figlio disabile soffocandolo nel sonno e poi ha tentato di suicidarsi con il gas. Il padre temeva per il futuro del figlio, che sarebbe rimasto solo quando lui fosse mancato, e ha quindi deciso di ucciderlo e di farla finita. L'uomo è ora ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Novara. 

Ad occuparsi del disabile era rimasto soltanto il padre: la madre è infatti morta un anno e mezzo fa a causa di un tumore.
.

Nessun commento :

Posta un commento