giovedì 10 novembre 2016

Nel 2015 in Italia 3.326 trapianti, in attesa 9.070 pazienti

Nel 2015 i trapianti di organo in Italia sono stati 3.326 (dati definitivi al 31 dicembre), in leggero aumento rispetto all'anno precedente (3.250). Ci sono stati 1.881 trapianti di rene, dei quali 1.580 da donatore deceduto e 301 da vivente; 1.094 trapianti di fegato, dei quali 1.071 da donatore deceduto e 23 da vivente; 246 trapianti di cuore; 112 trapianti di polmone; 50 trapianti di pancrease un trapianto d'intestino. 

I dati sono stati diffusi dalla Società Italiana Trapianti d'Organo (Sito). Nel mondo nel 2015 sono stati eseguiti 119.873 trapianti, il 10% della necessità mondiale secondo l'Organizzazione mondiale della sanità e l'Organizzazione nazionale spagnola dei trapianti (Ont), che gestisce il registro mondiale. L'Italia è al 19esimo posto con 55,6 malati trapiantati per milioni di persone, lontanissima dal primo della Spagna (100,7). 

In Italia pazienti in lista d'attesa al 31 dicembre del 2015 erano 9.070. La maggior parte di questi è in lista di attesa per ricevere un trapianto di rene (6.765) e rispetto agli altri organi, al paziente è offerta la possibilità di iscriversi in più liste d'attesa. Mentre sono 1.072 i pazienti iscritti in lista per il fegato, 731 per il cuore e 383 per il polmone. Nel 2015, dati definitivi al 31 dicembre, 3.326 pazienti sono stati trapiantati a fronte dei 9.070 in lista: solo il 37%. 

Oggi, il tempo d'attesa medio per un trapianto è di: 3,1 anni per un rene, 2 anni per un fegato, 2,8 anni per un cuore, 2,3 anni per un polmone e 3,2 anni per un pancreas. La mortalità complessiva annua dei pazienti in lista d'attesa è del 4,4%. Se si chiudessero le liste d'attesa per il trapianto, occorrerebbero tra i 2 e 3 anni per trapiantare tutti i pazienti già in lista.
.

Nessun commento :

Posta un commento