sabato 1 ottobre 2016

Van Gogh a Gomorra, ritrovati due quadri in Campania

Recuperati due dipinti di Van Gogh che da alcuni anni erano in mano alla camorra di Castellamare di Stabia. Si tratta di due quadri di inestimabile valore, trafugati dal museo di Amsterdam: 'La Spiaggia di Scheveningen', del 1882, e la 'Chiesa di Nuenen', del 1884. Le due tele ad olio non erano coperte da assicurazione e sono di piccole dimensioni: quella che raffigura la spiaggia misura 34 centimetri per 51, quella che rappresenta la chiesa 41 centimetri per 32. La chiesa che da' il titolo a uno dei due era quella in cui officiava il padre del pittore, pastore protestante. Entrambe appartengono al periodo 'olandese' di Van Gogh.

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha espresso soddisfazione e si e' congratulato per l'operazione della Guardia di Finanza. Prima della cerimonia funebre di Shimon Peres a Gerusalemme ne ha parlato con il premier olandese Mark Rutte con il quale è stato deciso di organizzare una cerimonia per la riconsegna. Il furto dei due dipinti era avvenuto l'8 dicembre 2002 dal museo di Amsterdam dedicato al pittore olandese.  I ladri avrebbero agito tra le 6 e le 8 del mattino, orario in cui il custode scopri' il furto e chiamo' la polizia.

I quadri sono stati ritrovati, avvolti in un panno di cotone, nel casolare nei pressi di Castellamare di Stabia di Raffaele Imperiale, narcotrafficante e alleato a uno dei clan più potenti di Scampia. Il boss, che ha acquistato le opere d'arte attraverso i guadagni dei traffici di cocaina, è detenuto dal gennaio 2006. Il ritrovamento è stato possibile anche grazie alle dichiarazioni di Mario Cerrone, un pentito che lavorava con la cosca degli Amato-Pagano, gli scissionisti dei Di Lauro. A loro è dovuta la prima faida di Scampia, quella che nel 2004 portò a decine di agguati mortali. 

I due van Gogh erano tra le opere d'arte piu' ricercate al mondo, inserite nella 'top ten art crimes' dell'Fbi. Esperti d'arte a livello internazionale hanno confermato l'autenticita' dei dipinti trovati nell'abitazione di Imperiale. Per stabilire l'autenticita' è stato chiamato un esperto da Amsterdam che ha impiegato circa 24 ore per confermare l'originalità delle opere. Insieme alle due opere d'arte a raffaele Imperiale sono stati sequestrati 49 immobili tra Lazio e Campania, natanti, un aereo, e 88 conti correnti. 
.


Nessun commento :

Posta un commento