venerdì 7 ottobre 2016

Nobel per la pace al presidente della Colombia Juan Manuel Santos

Oslo ha scelto il suo Nobel per la Pace 2016: è il presidente della Colombia Juan Manuel Santos, che ha guidato il Paese verso il processo di pace con i guerriglieri Farc. Nonostante i colombiani abbiano preferito in maggioranza il "no" all'accordo, "questo - dice la Norvegia - non va inteso come un no alla pace. Il punto non era dire no alla pace ma a un certo preciso accordo, e sottolineiamo l'importanza che Santos guidi un più ampio dialogo, che trovi basi ampie e quindi sostegno. Tutte le parti, tutti i partiti, devono dare il loro contributo". Il premio va a Santos, classe '51, giornalista e economista prima di assumere la guida della Colombia sei anni fa. Va a lui, ma va anche "simbolicamente a tutti quelli che nel suo Paese hanno lottato per far avanzare la pace".

La scelta del Comitato, spiegano da Oslo, va a chi ha cercato di interrompere il circolo di violenza di un conflitto civile che dura da mezzo secolo nel cuore d'America, nonostante il popolo abbia preferito fermare l'accordo: il premio rappresenta proprio una scommessa sul rilancio del processo di pace dopo lo stop iniziale. Non è la prima volta che la Svezia premia processi di pace difficili: successe ad esempio nel 1994, quando a essere premiati furono i protagonisti dell'accordo di Oslo, poi fallito, Shimon Peres, Yitzhak Rabin e Yasser Arafat. "Ma il popolo colombiano non è contro la pace, è contro questo specifico accordo", ribadisce il Comitato. E perché non premiare le Farc?, chiedono dalla platea i giornalisti. "Non commentiamo su chi non ottiene il premio", rispondono dal palco.
.

Nessun commento :

Posta un commento