giovedì 6 ottobre 2016

L'uragano Matthew verso Bahamas e Florida "impatto devastante"

L'uragano Matthew si sta muovendo verso le Isole Bahamas e la Florida con venti che possono superare i 190 chilometri orari: fino a questo momento la tempesta ha ucciso 29 persone, di queste 23 ad Haiti, 4 nella Repubblica dominicana. Secondo il National Hurricane Center arriverà sulle coste della Florida a partire da questa sera. Non è ancora chiaro quali saranno le aree degli Stati Uniti che verrano colpite e secondo le ultime analisi del servizio meteorologico americano, potrebbe anche cambiare la zona di passaggio più a ovest attraverso la Florida e la Georgia. 

In questo modo riuscirebbe a colpire in modo più severo le coste dello stato americano. Proprio in Florida lo stato di allerta è massimo visto che l'uragano potrebbe aumentare la sua forza che in questo momento è di categoria 3. Intanto continua l'evacuazione di intere aree costiere che potrebbero essere colpite tra Florida, Georgia, North e South Carolina. Proprio in Florida potrebbe causare danni in oltre 500 chilometri di zone costiere. Ieri sono stati cancellati centinaia di voli per lo stato e per le altre aree che potenzialmente potrebbero essere colpite. 

Anche il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è intervenuto sulla questione chiedendo ai cittadini di evacuare dalle aree minacciate come chiesto dalle autorità perché "l'impatto potrebbe essere devastante". Intanto comincia il conteggio dei danni che il passaggio di Matthew ha provocato ad Haiti, uno dei paesi più poveri di tutta la regione. Si tratta del disastro umanitario più grande dopo il terremoto del 2010 per l'isola. Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha detto che servono 350.000 persone necessitano assistenza immediata.
.

Nessun commento :

Posta un commento