domenica 9 ottobre 2016

Lecce, la moglie posta la foto in spiaggia: latitante arrestato

Incastrato dalle foto postate dalla compagna su Facebook è stato arrestato dalla polizia in Costa Rica dopo una latitanza durata oltre tre anni. Per Danilo De Bonis, 49enne nativo di Cagliari e leccese d’adozione (e tifoso sfegatato della squadra di calcio giallorossa), si sono aperte le porte di un carcere americano e ora si profila la richiesta di estradizione da parte dell’autorità giudiziaria italiana, che lo considera responsabile di traffico internazionale di cocaina e di omicidio aggravato.

De Bonis, che fino a una decina di anni fa era una presenza fissa allo stadio di Via Del Mare e anche nelle trasferte del Lecce, alla soglia dei 40 anni aveva lasciato il Salento per trasferirsi in Costa Rica. Lì - secondo gli inquirenti - avrebbe svolto il ruolo di procacciatore di cocaina per un gruppo calabrese che faceva arrivare la droga in Italia e poi la vendeva sul mercato di Genova. Durante un trasporto di ovuli, organizzato da De Bonis insieme col catanzarese Francesco Rastrellà, il 37enne genovese Salvatore Ramponi morì per overdose su un aereo mentre svolgeva il suo ruolo di corriere.

Qualche mese dopo una donna assoldata dal sodalizio criminale per prenderne il posto, fu fermata in New Jersey mentre trasportava un carico di droga e fece agli investigatori i nomi di De Bonis e Rastrellà, indicando il leccese come l’uomo che le aveva consegnato la valigetta con lo stupefacente e promesso 7mila euro per il viaggio. L’indagine si concluse con l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare da parte del gip di Genova, mai eseguita perché il 49enne era riuscito a far perdere le tracce.
.

Nessun commento :

Posta un commento