venerdì 7 ottobre 2016

Italia-Spagna 1-1, erroraccio di Buffon poi De Rossi su rigore

L'Italia riagguanta la Spagna al fotofinish nella sfida più dura delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Finisce 1-1 allo Juventus stadium di Torino con la Spagna che dà a lungo una lezione di calcio agli azzurri. A Torino si presenta una squadra timorosa ed impacciata che si fa mettere sotto dalla Spagna per gran parte della gara. 

L'Italia è schierata col 3-5-2 solo nelle intenzioni: difende con cinque giocatori, a volte schiacciandone addirittura otto a ridosso dell'area di Buffon. Silva e Iniesta ci fanno ammattire, Piqué e Ramos sono pericolosi nel gioco aereo. Romagnoli, al debutto, strappa consensi per la concentrazione nelle chiusure: può ispirarsi a Barzagli, baluardo a cui aggrapparsi quando la Roja entra in area col pallone. 

Quando si comincia a pensare che il mantenimento dello 0-0 possa essere obiettivo alla portata (l'unico), l'episodio che fa girare la partita: De Sciglio si fa tagliar fuori dalla corsa di Vitolo su un lancio di Busquets, Buffon sbaglia completamente i tempi dell'uscita e l'attaccante del Siviglia insacca a porta vuota. 

L'Italia si rianima con l'ingresso in campo di Immobile e Belotti. Al 37' la Spagna paga a caro prezzo la prima, vera distrazione: Belotti mette al centro per Eder, che anticipa Ramos e va a terra in area. Per Byrch non è rigore, per il suo assistente sì: l'arbitro torna sui suoi passi e De Rossi trasforma dal dischetto un penalty d'importanza incalcolabile.
.

Nessun commento :

Posta un commento