lunedì 31 ottobre 2016

Il terremoto più forte in Italia dal 1980

Ieri mattina una nuova forte scossa di terremoto si è registrata alle 7:40 nell'Italia centrale, con epicentro tra Norcia, Castelsantangelo sul Nera e Preci. L'Ingv l'ha rilevata di magnitudo 6,5 a 10 km di profondità. I sindaci dei Comuni dell'area colpita hanno segnalato numerosi crolli, in Particolare a Norcia, Ussita, Arquata, Castelsantangelo sul Nera, Amatrice e Accumoli. La scossa è stata avvertita nettamente anche in altre Regioni, come la Campania, il Molise, la Puglia e perfino il Veneto. Intorno alle 12 il capo della protezione civile Curcio ha fatto sapere che ci sono 20 feriti e nessun morto. 

Le risorse finanziarie per "ricostruire tutto, le case, le chiese, gli esercizi commerciali" distrutti dal terremoto "ci sono". Lo ha annunciato Matteo Renzi in conferenza stampa. Il premier ha anche detto che domani si svolgerà la riunione del Consiglio dei ministri per affrontare l'emergenza terremoto. Renzi ha anche affermato che "non avremo nessun riguardo rispetto alle regole tecnocratiche. Non arretremo, lo Stato considererà fuori dal Patto di stabilità tutte le spese per l'edilizia scolastica e ospedaliera" necessarie per la ricostruzione del dopo terremoto. 

"Dal 1980, terremoto dell'Irpinia magnitudo 6.9, non si registrava una scossa così forte in Italia, come quella di oggi tra Macerata e Perugia di magnitudo 6.5": lo ha spiegato Gianluca Valensise, dirigente di ricerca dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.
.

Nessun commento :

Posta un commento