giovedì 20 ottobre 2016

Alpi-Hrovatin, gli assassini restano senza nome: assolto Hassan

L'assoluzione per non aver commesso il fatto è stata chiesta e ottenuta durante il processo di revisione per Hashi Omar Hassan dal sostituto procuratore generale di Perugia, Dario Razzi. Hassan, unico condannato per il duplice omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, ha chiesto e ottenuto tramite i suoi legali, la revisione del processo dopo che una giornalista di 'Chi l'ha visto' aveva intervistato il suo principale accusatore: il somalo Gelle, che aveva confessato di aver mentito indicandolo sulla scena del delitto. A proposito di Gelle il pg ha sottolineato la totale "inattendibilità".

I giudici della Corte d'Appello di Perugia, che assolvendo Hassan hanno accolto le richieste di tutte le parti del processo, hanno anche disposto la revoca di qualsiasi altra limitazione personale che era stata inflitta all'uomo di origine somala. Hassan, dopo avere scontato 16 dei 26 anni di carcere, era infatti in affidamento ai servizi sociali.

"Mi sento bene perché finalmente, dopo tanti anni di ingiusto carcere, sono un uomo libero di cercare la mia famiglia, che non vedo da 19 anni", ha detto l'uomo. "Adesso mi aspetto che trovino i veri responsabili dell'omicidio anche se con me hanno 19 anni, e questo è un vero problema".
.

Nessun commento :

Posta un commento