mercoledì 24 agosto 2016

Tracollo Roma, 0-3 con il Porto, addio Champions

La Roma e' uscita dalla Champions League. I giallorossi, dopo l'andata in Portogallo terminata 1-1, hanno perso in casa, per 3-0, contro il Porto la gara di ritorno dei playoff della massima competizione a squadre continentale. 

A decidere la sfida la rete siglata da Felipe all'8' del primo tempo e quelle di Layun e Corona, giunte nella ripresa, quando pero' i capitolini sono rimasti in 9. Hanno "condannato" i giallorossi, infatti, le giuste espulsioni dirette inflitte ai danni di De Rossi (al 39') e di Emerson (al 6' del secondo tempo).Oltre a questi due rossi hanno influito sul risultato finale il gap psicologico e quello fisico fra le due formazioni, apparso oggi evidente. Troppo "tesi", poco concentrati e poco reattivi sono apparsi De Rossi e compagni. 

Nei padroni di casa, orfani dello squalificato Vermaelen e degli indisponibili Florenzi e Torosidis, Luciano Spalletti ha puntato sul 4-2-3-1, schierando in avvio Bruno Peres, Manolas, De Rossi e Juan Jesus a protezione di Szczesny (che ha vinto il ballottaggio con Alisson), Paredes e Strootman sulla linea mediana, con Salah, Nainggolan e Perotti a sostegno di Dzeko. Dopo il rosso a De Rossi, al 42', Paredes ha lasciato il posto a Emerson, nuovo terzino sinistro, con il passaggio di Juan Jesus in mezzo e il nuovo schema 4-4-1. Dopo l'espulsione di Emerson, poi, disperato 3-4-1 (con Iturbe al posto di Dzeko).
.

Nessun commento :

Posta un commento