giovedì 18 agosto 2016

Francia, Valls contro burkini "incompatibile con nostri valori"

Il premier francese, Manuel Valls, si è schierato contro il burkini, sostenendo i sindaci che negli ultimi giorni hanno emesso ordinanze in cui si vieta di portare il costume femminile islamico in spiaggia. La questione ha scatenato polemiche e in un villaggio della Corsica si è arrivati a scontri fra nazionalisti corsi e turisti maghrebini.

"Capisco i sindaci che, in questo momento di tensione, tentano di cercare soluzioni ed evitare problemi all'ordine pubblico", ha sostenuto Valls durante un'intervista al quotidiano regionale La Provence. "Sostengo quindi quelli che hanno emesso dei divieti se sono motivati dal desiderio di incoraggiare il vivere comune, senza alcun retropensiero politico", ha aggiunto sottolineando che "le spiagge, come tutti gli spazi pubblici, devono essere preservate da rivendicazioni religiose".

Per Valls, il burkini "è la traduzione di un progetto politico, di contro-società, fondato chiaramente sull'asservimento della donna". Dietro questo abbigliamento, che copre la donna dalla testa ai piedi lasciando libera solo la faccia, mani e piedi, "c'è l'idea che, per natura, le donne siano indecenti, impure, e che quindi debbano essere totalmente coperte. Questo - ha ricordato il premier - non è compatibile con i valori della Francia e della Repubblica".
.

Nessun commento :

Posta un commento