giovedì 18 agosto 2016

Dodici miliardi spesi a tavola, è record

Non è mai stata così alta la spesa turistica per cibi e bevande con circa un terzo (32%) del budget di italiani e stranieri in vacanza nel territorio nazionale destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per acquistare prodotti enogastronomici per un importo complessivo stimato in circa 12 miliardi. 

E' quanto e' emerge dal primo bilancio delle vacanze a tavola stilato dalla Coldiretti dopo Ferragosto che rappresenta il clou della convivialita' alimentare durante l'estate 2016 che sancisce il primato della spesa alimentare rispetto alle altre voci del budget vacanziero, dall'alloggio ai trasporti. Una vera e propria svolta dovuta - sottolinea la Coldiretti - all'aumento delle presenze di italiani e stranieri ma anche alla ricerca di relax e tranquillità a tavola di fronte ai recenti episodi.

L'Italia - conclude la Coldiretti - ha conquistato la leadership mondiale nel turismo enogastronomico grazie a 283 specialita' Dop/Igp riconosciute a livello comunitario e 415 vini Doc/Docg, ma ha conquistato anche il primato green con quasi 50mila aziende agricole biologiche in Europa e ha fatto la scelta di vietare le coltivazioni ogm a tutela del patrimonio di biodiversita' senza dimenticare i quasi ventiduemila agriturismi, i circa diecimila mercati e fattorie dove acquistare a chilometri zero direttamente dagli agricoltori di Campagna Amica, le centinaia di citta' dell'olio, del vino, del pane e i numerosi percorsi enogastronomici, feste e sagre di ogni tipo.
.

Nessun commento :

Posta un commento