martedì 30 agosto 2016

Apple, stangata : 13 miliardi di euro per «illegali vantaggi fiscali»

Per Apple una condanna da 13 miliardi di euro per risarcire l’Irlanda. Lo ha annunciato la Commissaria Margrethe Vestager in una conferenza stampa, che precisa «Non è una punizione. Sono tasse non pagate che vanno pagate». Cupertino dovrà quindi restituire le imposte inevase sui profitti ottenuti nel periodo dal 2003 al 2014 grazie a un sistema di aliquote vantaggiose concesse dall'Irlanda con degli accordi fiscali. 

«Guardando avanti - ha spiegato Vestager - l'obiettivo finale è che tutte le compagnie, grandi e piccole, paghino le tasse dove generano i loro profitti». E, perché si arrivi a questo risultato, serve «un cambiamento nella filosofia aziendale» e «nella legislazione». La commissaria ha quindi sottolineato che il lavoro che attende l'esecutivo Ue è far sì che la competizione tra le imprese «non avvenga a spese dei contribuenti europei. Quando vengo a sapere che Apple ha pagato di tasse l'1% dei profitti, per poi arrivare a pagarne lo 0,005%, come cittadino che pago le tasse io mi sentirei arrabbiato». 

La decisione non sarà vista di buon occhio da Washington, che ha già accusato l’Unione Europea di volersi trasformare in una «autorità fiscale sovrannazionale», che si scaglia contro le imprese americane di successo.
.

Nessun commento :

Posta un commento