mercoledì 22 giugno 2016

Schwazer ci ricasca, positivo ad un controllo antidoping

Alex Schwazer, ancora doping. Lo scrive l'edizione di oggi della Gazzetta dello sport. Il marciatore bolzanino tornato alle gare l'8 maggio scorso dopo la squalifica inflittagli per la positività all'Epo è stato trovato di nuovo positivo durante la preparazione per il rientro in un controllo a sorpresa effettuato a Vipiteno. 

"Il marciatore azzurro - scrive la Gazzetta - è stato trovato positivo a un controllo antidoping a gennaio, probabilmente per uso di anabolizzanti. Schwazer sarebbe a conoscenza del risultato delle analisi e avrebbe già dato mandato per contestarle ai suoi legali". "Il test risale al 1° gennaio scorso a Vipiteno durante le vacanze di Capodanno e riguarda un campione sangue e urina che aveva dato esito negativo come anche i molti controlli successivi. 

Solo il 12 maggio in un nuovo controllo sulle provette del 1° gennaio, dopo la qualificazione per Rio ottenuta l'8, la Iaaf ha riscontrato in un controllo mirato sugli steroidi una quantità abnorme di anabolizzanti steroidi ma per estrema sicurezza ha aspettato solo ieri alle 19 per comunicare la notizia alla federazione italiana e all'atleta". L'olimpionico di Pechino 2008 il 6 agosto 2012, ai Giochi di Londra, ricevette la notizia della positività per Epo in un test a sorpresa: espulso dall'Olimpiade, fu squalificato per 3 anni e mezzo, poi maggiorati di altri 3 mesi, fino al 29 aprile 2016. L'8 maggio, a Roma, tornò in azzurro vincendo la 50 km al Mondiale a squadre.
.

Nessun commento :

Posta un commento