domenica 29 maggio 2016

E' morto Giorgio Albertazzi, aveva 92 anni

E' morto all'età di 92 anni Giorgio Albertazzi, era nato a Fiesole il 20 agosto del 1923. Grande attore di teatro, attivo per decenni sulle scene, Albertazzi, è stato anche uno dei primi divi televisivi, protagonista di letture poetiche e di sceneggiati di grande successo. "E' mancato un grande italiano, artista classico e controcorrente", ha detto il premier Matteo Renzi, ricordandolo dalla inaugurazione della biennale a Venezia. E la sua lunghissima carriera teatrale sono una testimonianza per tutto il teatro di oggi. Con la morte dell'artista fiorentino, nato a Fiesole il 20 agosto del 1923, se ne va uno dei pilastri del teatro italiano. 

Ha debuttato sul palcoscenico nel 1949 in "Troilo e Cressida" di Shakespeare, con la regia di Luchino Visconti al Maggio Musicale Fiorentino. Due anni dopo il debutto nel cinema con il film "Articolo 519 Codice Penale" di Leonardo Cortese. Al suo attivo una trentina di film e molto lavoro in televisione, soprattutto come interprete di sceneggiati televisivi di successo negli anni sessanta. 

Come regista televisivo e come attore protagonista gira nel 1969 "Jekyll", tratto dal romanzo "Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde" di Robert Louis Stevenson. Nel 1956 l'attore toscano fu protagonista in altre prose tv, come "Gli spettri" di Henrik Ibsen, per la regia di Marco Ferrero, e nel "Lorenzaccio" di Alfred De Musset. Aveva debuttato nel 1949 con Luchino Visconti, l'ultima apparizione sul palcoscenico ne "Il mercante di Venezia". In tv aveva partecipato anche a "Ballando con le Stelle". 
.

Nessun commento :

Posta un commento