martedì 17 maggio 2016

Antonio Conte assolto "nessuna frode sportiva"

Dopo quattordici udienze preliminari di un processo tecnologico dai grandi numeri celebrato in tre aule collegate in videoconferenza, è arrivato il verdetto del giudice Pierpaolo Beluzzi sugli oltre cento imputati finiti nel maxi procedimento sul calcio scommesse. La sentenza stata pronunciata alle 13. L'imputato più eccellente, il ct della nazionale Antonio Conte, accusato di frode sportiva e processato con il rito abbreviato, è stato assolto "per non aver commesso il fatto", cosi' come il suo vice Angelo Alessio. La formula di assoluzione è quella dubitativa, paragonabile alla 'vecchià insufficienza di prove.

Conte e Alessio dovevano rispondere il merito alla presunta combine di Albinoleffe-Siena del 29 maggio del 2011. Per Conte, il procuratore Roberto di Martino aveva chiesto la condanna a 6 mesi e a 8.000 euro di multa. L'ex allenatore della Juventus era già stato squalificato dalla giustizia sportiva per omessa denuncia. Oltre a Conte e Alessio, sono stati assolti anche Daniele Quadrini, Ermanno Pieroni, Roberto Previtali e Guido Marilungo. Condannato a quattro mesi il solo Giorgio Veltroni, ex presidente dell'Alessandria. Tutti avevano chiesto il rito abbreviato.
.

Nessun commento :

Posta un commento