mercoledì 20 aprile 2016

Libertà stampa in calo nel mondo, l'Italia scende al 77esimo posto

La libertà di stampa è regredita in tutte le regioni del mondo nel 2015, specialmente nelle Americhe che per la prima volta sono state superate dall'Africa: lo riferisce Reporter senza frontiere nella sua classifica annuale, pubblicata oggi. L'Italia si trova al 77esimo posto, avendo perso quattro posizioni rispetto allo scorso anno, davanti al Benin e alla Guinea Bisseau e dietro la Moldova. Il Paese più virtuoso è la Finlandia, seguita sul podio da Olanda e Norvegia. La classifica è chiusa da Vietnam (175), Cina (176), Siria (177), Turkmenistan (178), Corea del Nord (179) ed Eritrea (180). 

"Tutti gli indicatori della classifica testimoniano un regresso. Molte autorità pubbliche stanno cercando di riprendere il controllo del loro Paese, temendo grandi aperture del dibattito pubblico", ha commentato Christophe Deloire, segretario generale di Rsf. Se la situazione si è aggravata in tutte le aree geografiche, il continente americano - in particolare - ha fatto registrare un grande passo indietro soprattutto a causa dell'uccisione di numerosi giornalisti nell'America centrale. 
.

Nessun commento :

Posta un commento