mercoledì 13 aprile 2016

La pizza americana sbarca a Milano

È quasi tutto pronto per il primo stabilimento di pizza d’Italia. Nascerà a Buccinasco, in provincia di Milano. Produrrà “pastelle”, è la definizione di Alessandro Lazzaroni, 37 anni, master-franchising per l’Italia di Domino’s Pizza, una catena di ristorazione molto conosciuta negli Stati Uniti con la sede legale in Michigan e locali un po’ ovunque. Domino’s Pizza ha già aperto tre locali a Milano, sta per lanciarne un quarto ed entro l’anno ne avrà 11 tutte sul territorio milanese. 

La catena del valore è molto rigorosa e perfettamente integrata. Le pastelle partono da Buccinasco, vengono trasportate nei ristoranti Domino’s Pizza dove servono come base per i pizzaioli che le allargheranno per realizzare le pizze in pochi minuti. Ci sono interessanti varianti di derivazione anglosassone: la pizza con il pollo e quella hawaiana con l’ananas. Domino’s Pizza Italia è già diventata una realtà da 80 dipendenti, ma conta di arrivare entro la fine del 2016 a triplicare gli addetti. 

Per ogni punto vendita infatti tra pizzaioli, servizio al tavolo, cassa e guidatori (in moto) servono almeno 20 persone. La formazione è interna. Il processo di selezione è cominciato l’anno scorso. Ha coinvolto cinque giovani ragazzi italiani che sono stati spediti per cinque settimane a Miami dove la catena ha il suo stabilimento principale. I cinque ragazzi ora verranno messi a capo dei diversi punti vendita che stanno nascendo in città. La spedizione a domicilio della pizza, ordinabile online sia tramite computer sia tramite un’applicazione per smartphone, è possibile in un raggio di circa un chilometro e mezzo ed entro 20 minuti al massimo. 
.

Nessun commento :

Posta un commento