martedì 12 aprile 2016

Asilo, bimbi chiusi al buio e picchiati: video choc inchioda maestre

Tre maestre sono finite agli arresti domiciliari per maltrattamenti in un asilo nido di Grosseto. La polizia del capoluogo maremmano ha eseguito, su richiesta della Procura, un'ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari, emessa dal gip del Tribunale, nei confronti di tre maestre di 50, 40 e 32 anni, accusate dei reati di maltrattamenti e abbandono di minore, commessi all'interno dell'asilo nido privato 'Albero Azzurro' di Grosseto.

Le indagini si sono giovate di intercettazioni audio/video effettuate all'interno dell'asilo privato: sono state proprio le immagini a consentire di acquisire importanti riscontri alle dichiarazioni delle due ex educatrici in merito all'ipotesi di maltrattamento ai danni dei bambini (di età compresa tra i dodici e i ventiquattro mesi) che frequentavano la struttura.

In particolare ha trovato conferma la circostanza secondo la quale nell'asilo 'Albero Azzurro' veniva seguito un metodo, spiega in una nota il procuratore Raffaella Capasso, "consistente nell'utilizzare maniere molto brusche per costringere i bambini a mangiare e nel punire i bambini stessi, allorché questi erano particolarmente agitati, portandoli in una sala dormitorio dove venivano lasciati a terra, da soli, senza alcun controllo, anche per un tempo prolungato".
.

Nessun commento :

Posta un commento